Il nostro Blog

I sistemi di monitoraggio e valutazione delle attività di welfare aziendale – Un’indagine esplorativa

21 May 2020
Il welfare aziendale, una delle più interessanti novità di policy degli ultimi anni, rappresenta non soltanto uno strumento versatile e potenzialmente in grado di rispondere ai bisogni dell’impresa e dei lavoratori, ma anche un’opportunità per quelle organizzazioni che erogano servizi ad esso connessi. Le aziende, ora più che mai, stanno ripensando le proprie policy e strategie di welfare aziendale, tema che durante l’attuale fase di emergenza sanitaria ha assunto un ruolo centrale nel fronteggiare la profonda crisi economica e sociale che ne è derivata. Il tema relativo alla valutazione dell’impatto sociale assume in questo scenario un ruolo preminente: oltre a permettere infatti di comprendere l’efficacia di questo Istituto, rappresenta uno strumento capace di giustificarne un rafforzamento. Valutare l’impatto prodotto da questa policy permette dunque di comprenderne i punti di forza, quelli di debolezza e di conseguenza le aree di possibile sviluppo. Avanzi è socia di Social Value Italia, l’organizzazione che promuove in Italia la cultura e la pratica della misurazione dell’impatto sociale. Social Value Italia – con la collaborazione di ALTIS Università Cattolica e Percorsi di secondo welfare – ha deciso di avviare un progetto che intende delineare e analizzare le pratiche di valutazione di impatto sociale implementate dalle imprese che adottano politiche di welfare aziendale. Il questionario – accessibile a questo link – richiede solo 10 minuti per essere compilato. Tutti i dati raccolti saranno ovviamente trattati in forma aggregata e sulla base della normativa sulla privacy. Vi invitiamo alla compilazione del questionario o alla sua condivisione con persone o organizzazioni potenzialmente interessate.

Impresa e sostenibilità post Covid 19

14 May 2020
Il lavoro che pubblichiamo è frutto di un'analisi collettiva all'interno di Avanzi. Abbiamo letto molto, abbiamo visto quotidianamente gli effetti di una crisi che ha colpito Impresa e Territorio e che interroga su quale sarà il ruolo della sostenibilità per il futuro

“Rallentiamo la moda”. La lettera di Armani che accende il dibattito, anche in Avanzi

18 April 2020
Una lettera accorata, un tono semplice, parole dirette. Giorgio Armani lancia un messaggio in piena quarantena da Covid 19 e le reazioni sono immediate. Le parole sono arrivate dopo alcuni interventi che hanno fatto notizia: la donazione di due milioni di euro per la ricerca, la conversione di tutti gli impianti italiani nella produzione di camici monouso destinata alla sicurezza degli operatori sanitari. Poi la lettera aperta agli americani, pubblicata sul magazine WWD. Una lettera che non lascia insensibili e suscita reazioni di diverso segno. Che merita di essere letta. E che, secondo noi, merita anche un gioco tanto caro al mondo anglosassone: un dibattito fra chi ha provato sensazioni e percezioni molto diverse alla fine della missiva. Ci abbiamo provato qui ad Avanzi, con due interventi: uno contro e uno a favore. Buona lettura. Lucia Pasquadibisceglie. “Non è abbastanza” Leggi     Matteo Bartolomeo“Quello di Armani è un colpo d’ali”Leggi    

Cerchiamo 2 figure professionali | settore comunicazione

19 February 2020
CHI SIAMO Avanzi srl è una società di consulenza che supporta dal 1997 grandi imprese, pubblica amministrazione e enti no profit nella definizione di strategie per l’innovazione verso la sostenibilità.Make a Cube3 srl è un incubatore, certificato ai sensi della legge 221/2012, leader in Italia nell’accompagnamento di start-up ad alto valore ambientale, sociale e culturale. È controllato al 100% da Avanzi srl. Avanzi è costituito da tre Ada (aree di attività) interne: a|change: progetta e realizza insieme a aziende, imprese sociali e enti pubblici soluzioni innovative per il cambiamento sostenibile per renderli protagonisti delle sfide poste dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) e dall’Agenda 2030. a|place: promuove lo sviluppo locale, inteso come processo sociale e territoriale che mette in gioco una pluralità di risorse, attraverso un approccio place-based. Attiva processi di innovazione sociale, co-creazione e co-progettazione per produrre effetti positivi e generare impatti sociali sui territori. a|cube, o Make a Cube3: seleziona, affianca nel primo sviluppo, sostiene e (ri)lancia imprese che fanno della sostenibilità il loro asset strategico. a|word: immagina e realizza progetti di comunicazione sui temi della sostenibilità e dell’innovazione; si occupa della strutturazione di campagne, dell’ideazione di siti web, di grafica e di creatività; progetta e realizza eventi tematici. Nell’ambito della riorganizzazione dell’Area Comunicazione a|word, che prevede attività di comunicazione per Avanzi, Make a Cube3 e comunicazione istituzionale a favore di clienti, stiamo ricercando due figure professionali per un impegno a tempo pieno. Per tutte le posizioni aperte il luogo di lavoro è Milano, con possibili trasferte sul territorio nazionale. Per candidarsi è necessario inviare CV, lettera motivazionale ed eventuali referenze all’indirizzo info@avanzi.org entro il 01/03/2020. I candidati preselezionati verranno contattati per un primo colloquio conoscitivo. I colloqui si svolgeranno dal 4/03/2020 al 10/03/2020. SENIOR COMMUNICATION MANAGER Job content Partecipa e gestisce in accordo con il Responsabile della Comunicazione le attività dell’area di Comunicazione dedicate al brand o alle attività di progettazione ed erogazione sui singoli progetti delle diverse realtà di intervento di Avanzi, Make a Cube3 o comunicazione istituzionale a favore di clienti. Organizza attività di pianificazione nell’area social network, produzione di eventi, rapporti con la stampa.  Competenze e soft skill La candidata/il candidato ha maturato esperienze nel campo della comunicazione di impresa e con riferimento al settore Corporate, Pubblica Amministrazione, incubazione e accelerazione di start up. Sa predisporre piani di progettazione, effettuando analisi desk benchmarking, conosce la grammatica e la lettura delle metriche social, è in grado di gestire i principali social network, ha capacità di gestione e di costruzione siti web, ha competenze di grafica, è capace di seguire post-produzione video e audio. Conosce bene la lingua inglese, scritta e parlata, e la ha utilizzata abitualmente in contesti professionali per la produzione di report e presentazioni e per la conduzione/partecipazione a incontri con partner/clienti internazionali.Ha maturato, con un utilizzo quotidiano, la gestione di Power Point, per la preparazione di presentazioni, Illustrator, InDesign e Photoshop per la gestione grafica, Mailchimp per la creazione e invio di newslwtter e conosce programmi di editing video e audio. La candidata/il candidato ha spirito

La Pecora Elettrica e Baraka Bistrot, la solidarietá di Avanzi

11 November 2019
Sappiamo perché succede: succede perché si è soli. Quando si sta nella periferia sperimentando nuove pratiche, si misura il proprio isolamento. Attorno non c’è il deserto, l’assenza delle istituzioni, il vuoto creato dal ritrarsi dei “corpi intermedi”; c’è invece il pieno di pratiche criminali, la presenza del vicino di casa spacciatore, il paesaggio composto come sempre da fascisti e famiglie mafiose. In periferia, non c’è ricerca di senso e mancanza di racconto; ci sono invece al lavoro retoriche potenti, che tendono a esaurire lo spazio della narrazione, che affermano che le periferie sono solo degrado, marginalità, insicurezza; oppure che sono oggetto di gentrification, la purezza della loro povertà insidiata da “utili idioti”.  Conosciamo i nemici. Non abbiamo prove siano coalizzati, ma mostrano una sorprendente convergenza di interessi, quando lasciano ai margini i segnali di futuro, relegandoli a fenomeno da irridere o da intimidire. I segnali di futuro hanno bisogno di «cura, attenzione, tempo e diplomazia», qualcosa di più – bisogna dirlo – dei riconoscimenti e della pacca sulle spalle, delle mappature e delle call, del contributo e dei percorsi di capacity building.  Avanzi è con loro. Sa che occorrono nuove politiche pubbliche, regolazioni e strumenti di supporto, reti, educazione e presa di parola; lavora per sostenere questa prospettiva. Il nostro appoggio e l’espressione della nostra solidarietà va alla Pecora elettrica e a tutti quelli che ci provano, a Centocelle e nei mille cantieri dell’innovazione dal basso del nostro Paese. 

Azione pubblica locale, tra fare e mettere in grado di fare

30 September 2019
Martedì 1 e mercoledì 2 ottobre arriva a Milano l’edizione 2019 del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale. In programma 90 incontri, conferenze, laboratori per esplorare i territori della sostenibilità. Avanzi anche quest’anno partecipa al Salone e propone un incontro su Azione pubblica locale, tra fare e mettere in grado di fare. Discuteremo di un nuovo orizzonte nel rapporto imprese-territorio, ovvero dell’ampio campo di relazioni tra aziende, istituzioni e comunità locali nell’ambito del quale le imprese si fanno “pubblico”, cioè promuovono azioni e disegnano sistemi di interazione con altri soggetti: lo sviluppo territoriale, il welfare, la produzione e la fruizione culturale, i servizi ecosistemici etc. Nell’incontro si cercherà di rispondere ad alcune domande: un’impresa può configurarsi come soggetto abilitante di (politiche e) pratiche di sviluppo territoriale? Come passare da essere soggetto che si affianca all’attore pubblico a impresa capace di intercettare e capacitare le risorse territoriali, in una logica di azione diretta? Come valorizzare competenze, creare sinergie tra risorse e attori, innescare processi di sviluppo intorno a interessi comuni, aumentando l’impatto generato facendo leva sulla mobilitazione degli attori già attivi? Noi di Avanzi abbiamo già provato a darci delle possibili risposte, raccolte in questo documento. Vi aspettiamo mercoledì 2 ottobre 2019 alle ore 9.30 all’Università Bocconi, aula AS03.
Load more